Ancora a Gibilterra

d2_5

dal 15/09/97 al 21/09/97

16

Gibilterra

Domenica

La domenica Gibilterra è ancora più squallida. Non c’è in giro nessuno e le strade sono piene di lattine di birra bevute il sabato sera

Lunedì

Con nostro grosso disappunto scopriamo che nonostante le assicurazioni telefoniche, Zadro non ha ancora spedito il genoa. Incominciamo ad essere stanchi di stare a Gibilterra.
Ci consoliamo a vicenda con Franco e Daniela; anche loro hanno dei casini con quelli che gli stanno montando il generatore eolico. Questi hanno sbagliato a montarlo e per rimediare vogliono tagliare un pezzo di tirante (il diamante) che sostiene l’albero di mezzana.

Martedì

Zadro oggi ha spedito la vela, 15 giorni dopo che l’ha ricevuta e ci ha assicurato che arriva in 48 ore: non ci crede nessuno!

Mercoledì


Nella speranza
che domani arrivi il genoa per essere pronti a partire, decidiamo di andare
a visitare “The Rock”, il parco situato intorno al roccione che domina Gibilterra.
Consigliati da Greg lo visitiamo tutto a piedi.
Arrivati nello spiazzo davanti al tunnel dei cannoni (il tunnel scavato nella
roccia durante i vari assedi subiti da Gibilterra, che serviva per ospitare
i cannoni puntati sul lembo di terra che divide Gibilterra dalla Spagna), ci
accoglie uno dei 6 branchi di scimmie (sono macachi) che vivono allo stato brado
nel parco.
Queste scimmie sembrano ammaestrate per dare spettacolo e fare da modelle per
le foto.
Ci sono decine
di turisti che arrivano con i pulmini, e le scimmie fanno le capriole sulle
macchine e salgono sulle spalle per farsi fotografare in cambio di una nocciolina
o di un acino d’uva. I maschi sono abbastanza grossi, hanno dei bei denti e
sono minacciosi nel caso ci si avvicini troppo alle femmine con i piccoli.
Percorrendo una lunga scalinata per arrivare nel punto più alto della montagna,
dove c’è un grosso cannone residuo della seconda guerra mondiale, incontriamo
una coppia di scimmie e rimaniamo a giocare con loro per circa mezzora. Gli
offriamo delle noccioline che delicatamente prendono, le sbucciano le mettono
in bocca poi le sputano, sono troppo stanche e sazie. Facciamo loro le boccacce
che le scimmie imitano perfettamente, sono buffissime e ci fanno morire dal
ridere.

Giovedì

Telefoniamo al corriere, ma neanche oggi la vela è arrivata, se ne riparla lunedì altri due giorni persi.

Venerdì

Franco e Daniela ci hanno battuto, hanno sistemato i loro casini e sono partiti stamattina. Le condizioni sono perfette e l’aliseo portoghese è stabile, c’è il sole anche a Gibilterra! Siamo depressi.

Sabato

Per ingannare il tempo andiamo a fare spese in Spagna in un grande ipermercato.